Log in
slide show

TRIO BOBO - PEPPER GAMES - 10 NOVEMBRE 2017

Faso Basso
Christian Meyer Batteria
Alessio Menconi Chitarra

“Pepper Games ​ ” – il nuovo, spumeggiante album del Trio Bobo ​(Faso​/Christian Meyer​/Alessio Menconi​) Il 4 Novembre 2016 ​vedrà finalmente la luce “Pepper Games ​ ”, il secondo, attesissimo studio album del Trio Bobo ​(Faso​/Christian Meyer​/Alessio Menconi​), prodotto da Nadir Music e distribuito da Egea. Il Trio Bobo​, in ormai più di quindici anni di intensissima attività live

dalla punta al tacco dello Stivale, ha ormai acquisito una solidissima fanbase, conquistando via via una sempre più vasta platea di “aficionados” che ne segue instancabilmente tutti i movimenti sia in Italia che all’estero. Miscelando sonorità tipicamente jazz a rock/progressive e ritmiche afro e brasiliane, il sound della band è assolutamente unico e personale, ormai davvero inconfondibile per chi lo ama. Un mix costituito da brani originali e cover, costruito in anni di collaborazione e crescita tra i tre super musicisti: Faso e Christian Meyer da un lato, che costituiscono da sempre l’ossatura ritmica degli Elio e le Storie Tese e Alessio Menconi dall’altro, uno dei chitarristi jazz più talentuosi ed apprezzati in circolazione. Il pensiero dei Bobi sul disco: ​ “Pepper Games” è un album realizzato lentamente (come il pane buono che deve lievitare con il lievito madre, insomma) con grande dedizione e amore in tutte le sue fasi. Tantissime prove per comporre i brani, concerti per testarli, giornate per fare una buona pre-produzione, controlli sugli arrangiamenti e modifiche varie. Solo allora siamo entrati in studio registrando tutto in soli tre giorni e scegliendo la migliore tra due o tre take al massimo. In seguito abbiamo trascorso molte serate nelle nostre rispettive case ad ascoltare e a fare overdub di basso, chitarra e percussioni perchè volevamo un prodotto davvero "succulento" e pieno di speziate note musicali. Quindi sono intervenuti nel mix due grandissimi tecnici del suono: Foffo Bianchi e Andrea Pellegrini che hanno dato all'album un suono unico, potente, presente e spazioso. Un lavoro moderno ma realizzato come negli anni ’70 di cui siamo assolutamente orgogliosi!

Log in or Sign up