Log in
slide show

3 OF VISIONS - 11 Marzo

BEBO FERRA chitarra acustica, classica ed elettrica
PAOLINO DALLA PORTA basso acustico e kalimba
FABRIZIO SFERRA batteria

Tre giganti del panorama nazionale.

Una musica che valica i confini di genere e stile, mischiando spesso le carte.Minimalismo su tutto. Una tendenza ormai conclamata e diffusa soprattutto nel nord europa ma che in Italia stenta a decollare. Jazz, rock, psichedelia...i riferimenti si sommano e si mescolano in una forma “crossover” che diventa a suo modo unica.

A colmare questo vuoto, ammesso che di esso si tratti, ci pensano questi tre immensi musicisti. Forti di esperienze ai massimi livelli internazionali, e sempre animati da spirito di “laboratorio e ricerca”, questi tre fuoriclasse mettono a fuoco una estetica musicale che già nel disco precedente (vision abjz 048, con Rosario Bonaccorso anziché Dalla Porta) lasciava presagire la nascita di un nuovo fenomenale trio.

Tra gli aspetti interessanti sarebbe opportuno rimarcare che la formazione chitarra trio in Italia non ha mai avuto grande fortuna, forse proprio perché mancava una impronta stilistica minimamente innovativa e forse anche per altri motivi. Non è un enfasi eccessiva sottolineare che probabilmente siamo al cospetto di uno dei progetti più moderni che il panorama italiano oggi offra. Melodie minimaliste, profilo armonico scarno, anzi spesso di estrema semplicità... per lasciare grande spazio alle sfumature, ai suoni, alla profondità espressiva, all’improvvisazione mai fine a se stessa e ricercatissima, dove le note hanno un peso specifico possente.

La maturità artistica di tre protagonsiti di ieri e di oggi confluiscono in un disco inaspettato che sotto la veste di semplicità rivela un oceano di sfumature. Un’operazione che è alla portata solo di “grandi” artisti. Un disco semplicemente eccezionale. La nascita di un soggetto davvero notevolissimo e destinato a lasciare un segno almeno partendo questa volta dall’Italia.

Log in or Sign up